QUANDO APPARE LA LUCE

E io, sono stato in Inghilterra. Quattro giorni. Senza dire niente a nessuno. Quasi da solo. A Marzo. Voi direte, ma che ci va fare questo qua in Inghilterra a Marzo, i Cerchi non ci sono!!!!!. Ed io vi dico che i Cerchi in Inghilterra, come all’Aquila ci sono sempre. E lo so, sono dispettoso, me lo dicono spesso, però “mi” dico anche spesso, che io probabilmente una qualche ragione ce l’ho, se andando, che so a Wells a visitare la cattedrale di ST .Andrew, posso rivedere i miei OTTO gli stessi dei Cerchi. Provateci anche voi, andate e osservate che cosa è posto nel cuore della navata centrale di una cattedrale mozzafiato del 1300, inglese. Forza. Fatelo, e quando basiti, raggiungerete quel simbolo dell’INFINITO alto decine di metri, non stupitevi se accanto a LUI ne troverete altri DUE. Non stupitevi perché io già alcuni anni fa avevo parlato di TRE OTTO posti nel cuore ferito della “Mia” Collemaggio.collemaggioSoprattutto non stupitevi se quegli stessi OTTO sempre sono apparsi nei campi Inglesi e in quelli di tutto il Mondo. Io ve lo dico. Ve lo ridico. Lo scrivo. Cosa peggiore, lo ripeto e lo ripeterò finché avrò fiato:”I Cerchi sono il frutto di un unico sapere millenario”, ma voi che fate non ci credete? Tanto meno credete al fatto che attraverso questo sapere l’Uomo ha dato inizio a ogni sua civiltà, è vero? E allora perché TRE OTTO sulla Puerta del Sol , perché TRE OTTO a Denuderà, perché TRE OTTO  nella Sala delle Asse a Milano, perché Tre Otto nella casa di Celestino, perché TRE OTTO a Wells, perché nella distrutta cattedrale di Glastonbury.F3

Non c’è bisogno di andare per forza in un campo di grano, d’estate, per provare l’ebrezza di un Talismano senza tempo capace di veicolare e vincolare le forze cosmiche nella pseudo povera materia, sapete. No, è sufficiente entrare in uno di questi luoghi sacri e osservare come l’uomo da sempre sia stato in grado di trasformare l’informazione dell’OTTAVA anche in capacità costruttiva. Scegliete voi, cattedrale o cerchio nulla cambia a livello conoscitivo. Dunque quest’estate se vorrete ascoltare il consiglio di un aquilano, dopo aver visto e vissuto qualche meraviglioso Cerchio, recatevi dalle parti di Bristol e fate come vi ho suggerito. Fidatevi. Poi quando sarete lì con gli occhi per aria stupiti da come l’uomo sapesse un tempo rispettare la LEGGE degli DEI, trasformandola in architettura geometricamente parlante e sussurrante, riportate alla memoria queste poche parole e ricordate che ciò che state ammirando altro non è altro che LUCE. Si cari signori, altro non è che Luce diventata materia, diventata forma. Sì perché forse è meglio che qualcuno vi dica come i Cerchi altro non sono che il raffinato linguaggio di una civiltà la quale mai ha smesso di usare un unico linguaggio: “quello divino”. Cosa scrive DIO , direte .Mica è difficile capirlo sapete! . DIO scrive attraverso la Natura, LUI è natura e se un linguaggio verrà e terrà simbolicamente presente tutto ciò, semplicemente, mai cambierà e avrà dalla sua il sapere creativo divino. “Chi fa i Cerchi lo sa”. E come scrive DIO? Con la Luce. E certo cari lettori, Lui scrive attraverso la LUCE. In questa dimensione la LUCE si trasforma in materia seguendo i dettami delle IDEE divine. “E chi fa i cerchi, lo sa”. Come si trasforma la LUCE, che è già materia, in forma? Attraverso un’unica legge esistente in tutto l’Universo: ” quella spiralica” .”E i cerchi lo sanno “E che forma vibrazionale ha la LUCE se è così importante per la creazione? Be questo chiedetelo a Lissajous che più di un secolo fa, lo capì. . “Come potete immaginare, chi fa i Cerchi questo eccome se lo sa”.E ora facciamo un ultimo passaggio, vi va? Facciamolo dicendo che se veramente un essere divino diventa materia e lo fa attraverso la LUCE, LUI sarà LUCE … d’altronde lo siamo noi e tutto ciò che ci circonda. Allora saremo costretti a pensare che la fisicità dimensionale dei fenomeni che ci circondano altro non sono che l’evoluzione mentale di un ESSERE in grado di essere UNO e INFINITO allo stesso tempo. E siccome ; come diceva un personaggio” scottante” L’OPRA INTELLIGENTE E’ OPRA IMMOBILE”, vi inviterò a pensare e vedere i  Crop, e certi luoghi sacri, come “momenti- immobili- del pensiero divino”. Di conseguenza chi da Millenni ha codificato il linguaggio e il pensiero di DIO, facendone una lingua simbolica data troppo generosamente  in prestito a noi uomini dalla corta memoria , mai potrà condividere i nostri “dubbi” riguardanti  un UNIVERSO pieno di Intelligenze. Ed io sono stato in Inghilterra, grazie ad un Rosone e un Papa che tanto mi hanno insegnato e grazie a persone che tanto mi hanno amato e mi amano, ma soprattutto grazie ad un attimo infinitesimo consumato su una trina di pura LUCE che ovunque troverò e sentirò come mia.

 

Michele Proclamato